Ucciso a 14 anni: gli amici della vittima si avventano sull’assassino e gli mostrano la maglia insanguinata

omicidio magliettaCaserta, 4 febbraio 2014 – Agostino V. di 17 anni che scende dalla macchina e, infine, il pestaggio di Agostino, giovane omicida di Emanuele di Caterino, appena 14 anni, studente del Liceo Scientifico “Fermi” di Aversa, ucciso la notte tra il 7 e l’8 aprile del 2013 ad Aversa, nei pressi del bar Bistrot, con una coltellata al cuore.

La sequenza violenta è successiva alla morte di Emanuele. Le immagini del video sono agli atti del giudice del tribunale dei Minorenni che il 28 gennaio scorso ha condannato Agostino V. di San Marcellino alla pena di 15 anni di reclusione per omicidio volontario. Nel video si vede un amico di Emanuele che sventola la maglietta bianca insaguinata del compagno sotto casa dell’assassino e richiama l’attenzione del padre di Agostino che esce di casa e corre in soccorso del figlio.

Più tardi, Agostino dirà: “Mi sono difeso, mi hanno aggredito e il coltello non era mio ma dei miei avversari”. L’arma del delitto, in verità, non è mai stata trovata.
Fonte Il Mattino