50 euro a settimana per evitare le botte, arrestati 2 minori

polizia8Roma, 5 febbraio 2014 – Soldi in cambio di protezione. Una paga settimanale di 50 euro per essere difeso da bulli, probabilmente loro complici. Cosi’ una banda di estorsori in erba costringeva un compagno di classe consegnare soldi per evitare botte. E quando ritardava nei pagamenti, nessuno gliene risparmiava, tanto che i genitori lo hanno dovuto portare piu’ volte al pronto soccorso. Innescati proprio da una denuncia dei familiari della vittima, gli agenti del commissariato di Formia hanno iniziato ad indagare. Questa mattina e’ scattato il blitz che ha portato all’arresto di due minorenni, un 16enne ed un 17enne di Minturno, e alla denuncia di altri cinque loro coetanei, compagni di classe all’istituto professionale di Formia. Questa mattina, racconta ilpuntoamezzogiorno.it, era previsto l’altro pagamento. Alla consegna dei soldi, stavolta pero’, c’erano anche gli agenti che hanno arrestato i due capi e denunciato i cinque complici. Agli agenti uno dei minori ha detto: “Siamo bravi ragazzi, la protezione si paga”. Gli investigatori stanno accertando che non vi siano altri ragazzi vittima dello stesso sistema. (DIRE)