Girone e Latorre: “Non siamo responsabili della morte dei due pescatori indiani” – Video

maròRoma, 6 febbraio 2014 – «A noi dispiace per la perdita di due vite umane, ma non ci sentiamo assolutamente responsabili. Ci dispiace perché erano due uomini di mare, è un dispiacere del tutto umano ma siamo innocenti e non ci sentiamo responsabili». Salvatore Girone e Massimiliano Latorre parlano alla stampa italiana a New Delhi e spiegano di non avere alcuna responsabilità per la morte dei due pescatori indiani del febbraio 2012.
«Noi siamo cresciuti in due città, Taranto e Bari, che si affacciano sul mare – hanno detto i due fucilieri della Marina, in attesa delle cruciale seduta dinanzi alla Corte Suprema, lunedì prossimo – dove una delle principali attività è la pesca: conosciamo i pescatori, siamo pescatori noi stessi. Come militari, come uomini e padri di famiglia siamo molto dispiaciuti per la morte dei due pescatori indiani, ma non siamo responsabili».
Secondo la ricostruzione del comandante dell’Enrica Lexie, i due marò avrebbero sì sparato, ma solo dei colpi di avvertimento in acqua, secondo le procedure previste. Lo scontro a fuoco ci sarebbe stato all’interno del porto di Kochi e senza il coinvolgimento dell’Enrica Lexie e dei due fucilieri italiani.

Il ministro Bonino. La titolare degli Esteri parla a margine di una conferenza a Gibuti: «I due marò italiani non sono né terroristi né pirati. Sulle conseguenze, a seconda di come saranno le posizioni della Corte Suprema lunedì, tutte le opzioni restano sul tappeto».

Fonte Il tempo

 

http://youtu.be/qD6a1BYFExI