In coma dopo botte compagno:padre,se vegetale staccare spina

chiara2Roma, 7 febbraio 2013 – “Se per mia figlia dovesse sopraggiungere la morte celebrale, e se fosse quindi ridotta a vivere come un vegetale, preferirei che le venisse staccata la spina dei macchinari che la tengono in vita. Non voglio farla soffrire ulteriormente”. Sono le parole – riferite da alcuni suoi conoscenti – del padre di Chiara Insidioso Monda, la ragazza finita in coma a Roma dopo essere stata pestata dal fidanzato durante una lite per gelosia. La giovane e’ ricoverata in coma farmacologico all’ospedale San Camillo di Roma. (ANSA).