‘Ndrangheta: arrestato latitante Farao, nella lista dei ricercati più pericolosi

silvio faraoCatanzaro, 8 febbraio 2014 – I carabinieri del Comando provinciale di Crotone hanno arrestato il latitante Silvio Farao, 66 anni, ritenuto il capo dell’omonima famiglia di Ciro’ (Crotone). Il suo nome era inserito nell’elenco dei ricercati piu’ pericolosi d’Italia. Il boss Farao era latitante dal 2008 e ha una condanna all’ergastolo che gli era stata inflitta in primo grado e confermata in secondo. Farao e’ stato individuato e arrestato in una villetta di campagna a Cariati, Comune della provincia di Cosenza al confine con quella di Crotone.

Quella del boss cirotano Silvio Farao, arrestato durante la notte dai carabinieri del comando provinciale di Crotone, e’ una storia di arresti ed evasioni che va avanti da anni. Catturato il 4 novembre 2008 in un bosco della Sila cosentina insieme a Cataldo Marincola, altro pezzo da novanta del “locale” di Ciro’, dopo essere evaso dagli arresti domiciliari ai quali era stato sottoposto per una serie di violazioni della sorveglianza speciale, Farao era stato sottoposto di nuovo agli arresti domiciliari, ma appena sei giorni dopo si era reso uccel di bosco. In quei giorni il boss attendeva la decisione della Cassazione davanti alla quale pendeva il ricorso dei suoi difensori contro la condanna all’ergastolo che gli era stata inflitta nel marzo 2008 dalla corte d’assise d’appello di Catanzaro per l’omicidio di Mario Mirabile, ucciso a Corigliano Calabro nel 1990 nell’ambito di una guerra di mafia. Da allora Silvio Farao e’ sempre sfuggito alla cattura. (AGI)