Stalking in caserma, in manette un caporale

casermaAvellino, 8 febbraio 2014 – Militare della caserma «Berardi» di Avellino arrestato per lesioni e stalking. Un amore finito troppo in fretta. Un epilogo che lui, un caporale dell’Esercito di 22 anni, originario di Pago Vallo Lauro, proprio non è riuscito a digerire. E così per diversi mesi ha tormentato lei, un caporal maggiore di 27 anni residente a Domicella.
La scintilla nasce proprio nella caserma di Viale Italia, quando tra i due iniziano i primi sguardi ammiccanti. L’approccio è graduale. Entrambi si conoscono, provengono da due paesi distanti pochi chilometri tra loro. I due militari iniziano per questo a vedersi anche fuori dell’orario di lavoro. Sembra una storia d’amore normale.
Le telefonate aumentano, così come i messaggi. Gli appostamenti diventano sempre più frequenti e fastidiosi. Lui è nervoso e non ne fa mistero. Il contenuto dei messaggio è esplicito, così come le minacce. La soldatessa a questo punto inizia ad avere paura. La questione si sta mettendo male. Lui non è più gestibile. Partono le indagini e l’altra mattina all’alba scattano anche le manette. Il giudice per le indagini preliminari, Gianfranco Fiore, firma la richiesta della Procura e firma il provvedimento di l’arresto per A.E. di Pago Vallo Lauro, assistito dal penalista Raffaele Bizzarro. Il caporale non solo ha perso l’amore, ma da ieri rischia seriamente anche di perdere il lavoro.
Fonte Il Mattino