Arrestato a Vladivostok il boia di mille cani randagi

cani-randagiMosca, 10 febbraio 2014 – La polizia russa ha arrestato un abitante di Vladivostok, sterminatore seriale di cani randagi. A carico del fermato è stata aperta un’inchiesta penale per maltrattamento di animali; rischia fino a sei mesi di reclusione. Nel corso delle indagini preliminari è stato appurato che l’uomo, incensurato, in sette mesi ha ucciso oltre mille cani randagi. L’uomo dava agli animali cibo avvelenato. Durante la perquisizione della sua abitazione sono state rinvenute numerose confezioni di medicinali. Lo sterminatore, o doghunter, come sono chiamati soggetti del genere, ha confessato di aver trovato le istruzioni in rete sui veleni da usare. All’uomo è stato notificato l’avviso di garanzia e sarà sottoposto alla perizia psichiatrica.

Fonte Rainews24