Assolto da Cassazione su morte Pantani chiede danni a Stato

pantaniBologna, 10 febbraio 2014 – Assolto, due anni fa, dalla Corte di Cassazione, dopo essere stato riconosciuto colpevole in primo grado e in appello per le accuse di aver dato il proprio contributo allo spaccio di droga che porto’ alla morte Marco Pantani, adesso Fabio Carlino, 36enne leccese, chiede alla Stato di essere risarcito per ingiusta detenzione. A rivelarlo e’ l’edizione riminese del ‘Corriere Romagna’. L’ex imputato, prosciolto definitivamente dalla Cassazione con un verdetto senza rinvio a un nuovo processo “perche’ il fatto non sussiste”, chiede un risarcimento economico poiche’ all’epoca dei fatti, dieci anni fa, trascorse un mese in carcere, oltre a un altro mese ai domiciliari. Il legale di Carlino, ha presentato domanda di riparazione alla Corte d’appello di Bologna e a breve si terra’ il procedimento in camera di consiglio: per essere risarciti, spiega il quotidiano riminese, non e’ sufficiente l’assoluzione irrevocabile, ma devono essere soppesati eventuali comportamenti ambigui o omissivi tenuti nel corso dell’inchiesta tali da aver tratto in inganno i magistrati. (ANSA).