C’è un albero in mezzo all’incrocio: a San Giuliano lo ‘stop’ è d’obbligo

A San Giuliano c'è un albero in mezzo all'incrocio
A San Giuliano c’è un albero in mezzo all’incrocio

Rimini, 11 febbraio 2014 – Quel doppio segnale di ‘stop’, con segnaletica orizzontale e verticale, ai più pare un tantino superfluo. Infatti – come si vede nella foto – c’è di mezzo un albero di medie dimensioni, che difficilmente avrebbe ‘lasciato il passo’ ad auto e moto. La segnalazione è di Barbara Zangheri postata sulle pagine Facebook. Subito un diluvio di commenti tra il divertito e l’indignato. Difficile non pensare, inizialmente, a un abile fotomontaggio.

Prima verifica con chi ha sollevato il caso: «Confermo — dice la Zangheri — nessuna manipolazione o fotomontaggio. E’ tutto vero. Quello stop, sia verticale che sull’asfalto, c’è da almeno 2-3 anni. L’ho notato quando portavo mio figlio alla media ‘Alighieri’. Ed ho anche assistito personalmente alla riverniciatura della scritta, quando si era cancellata. Stentavo a crederci».

Alla conversazione è seguita – data l’atipicità della situazione – la verifica de visu sul ‘luogo del delitto’. Che si trova a San Giuliano Mare, a due passi dalla darsena. Per l’esattezza, all’intersezione tra le vie Lucio Lando e Colleoni. Lo stop ‘alberato’ è in una minuscola piazzetta, munita di 4 posti auto, a ridosso dell’intersezione tra le due strade. «Io abito qui da anni — commenta una ragazza — e devo dire che non c’avevo mai fatto caso. Una cosa che è lì da sempre diventa talmente familiare da essere alla lunga quasi invisibile». «Io l’avevo notato — fa eco una ragazza di origine straniera — e mi sono chiesta che senso avesse, senza riuscire a darmi una risposta». «Uno stop con una pianta in mezzo? Non ne so niente, ma farò eseguire subito una verifica con gli uffici preposti», si limita a dire il comandante della polizia municipale, Vasco Talenti.

L’Ufficio mobilità, dopo la nostra segnalazione, procede con una prima rapida verifica. «A quanto ci risulta l’ordinanza del Comune di Rimini è stata applicata correttamente — spiegano i tecnici —. Non si tratta, per capirci, di un errore interpretativo o applicativo di chi ha disposto la segnaletica». Tanto più che la stessa, quella orizzontale, risulta essere stata riverniciata almeno una volta. «E’ possibile ma dobbiamo verificarlo — continuano gli uffici di Palazzo Garampi — se è stato fatto per non tagliare la pianta. Oppure si siano voluti tutelare i posti auto, che con una disposizione diversa della segnaletica potevano avere problemi». Commenti raccolti da Facebook: «Ci ho pensato molto. L’albero fa da rotatoria naturale». «Grazie al Comune per la conservazione della pianta». «Fermi tutti, voglio scendere». «Purtroppo non è un fotomontaggio». «Ma è per le bici…». «Forse temevano che l’albero non desse la precedenza».

Mario Gradara

Fonte Il Resto del Carlino