Minacciavano di darsi fuoco in piazza San Pietro. Due persone bloccate dalla polizia

vaticano forconiRoma, 11 febbraio 2014 – Le forze dell’ordine hanno immobilizzato e bloccato due uomini che minacciavano di darsi fuoco in piazza San Pietro. Con un blitz, i due – che dichiarano di appartenere al movimento dei forconi – sono stati immobilizzati: tentavano di incendiarsi utilizzando delle coperte. Sono stati portati all’ispettorato in Vaticano. Con accendino e liquido infiammabile urlavano e chiedevano di parlare con il Papa. I due uomini ieri avevano partecipato alla protesta dei Forconi davanti a Montecitorio e si erano poi asserragliati nella chiesa Santa Maria in Aquiro. L’area in cui si trovavano, interna alla piazza, è in zona extraterritoriale. Chiedono asilo politico al Vaticano. “Chi ha tentato di darsi fuoco oggi pomeriggio al Vaticano non ha niente a che fare con il coordinamento 9 dicembre”. E’ quanto riferisce il leader del movimento, Danilo Calvani, che prende le distanze dal gesto di due persone che a piazza San Pietro si sono cosparse di liquido infiammabile e hanno minacciato di darsi alle fiamme. “Probabilemente – aggiunge – si tratta di esponenti di un gruppo che autonomamente ci ha appoggiato nelle nostre iniziative, ma non appartengono al nostro coordinamento”. Intanto proseguono i presidi dei Forconi nella Capitale. Alcuni manifestanti del coordinamento 9 dicembre sono ancora nella basilica di Santa Maria Maggiore, occupata da ieri. Un altro presidio è quello a piazzale dei Partigiani. A quanto si è appreso, alcune frange di manifestanti sono divise tra loro e ognuna ha deciso di prendere iniziative in modo indipendente.

Fonte Rainews