Scalza, al freddo e piena di graffi: soccorsa bimba di 6 anni “Sono stata monella”

carabinieri30La piccola soccorsa dai carabinieri che hanno denunciato i genitori per il reato di maltrattamento in famiglia La bambina che ha sei anni è stata ricoverata in ospedale per febbre alta, ha anche graffi al volto guaribili in sette giorni

Reggio Emilia, 10 febbraio 2014 – Stavano effettuando un servizio di controllo del territorio quando nel retro di una privata abitazione hanno notato una bambina scalza con il volto rivolto verso il muro.
A questo punto i due carabinieri, componenti la pattuglia di una stazione della Compagnia carabinieri di Castelnovo Monti, hanno raggiunto e soccorso la piccola, che ha sei anni, e che in lacrime ha detto loro: «Sono stata monella». Dopo averla tranquillizzata e fatta accomodare al caldo in macchina i carabinieri hanno attivato i sanitari: la bambina era febbricitante e con graffi al viso.
Poco dopo dalla casa sono uscit i i due genitori (un quarantenne e una trentenne). «Non credetele. Racconta sempre bugie», hanno cercato di giustificarsi con i militari dell’Arma.
La piccola, condotta in una struttura sanitaria, è stata ricoverata (aveva la febbre a 38,5) e medicata per i graffi con una prognosi di 7 giorni. I carabinieri, da una parte, hanno attivato i servizi sociali per le competenze in ordine alla piccola e, dall’altra, hanno avviato i dovuti accertamenti raccogliendo a carico dei genitori elementi di grave responsabilità.
I due genitori sono stati quindi denunciati alla Procura reggiana in ordine al reato di maltrattamenti in famiglia. Dei fatti è stata informata anche la Procura della Repubblica presso il Tribunale dei Minori di Bologna.

Fonte: Gazzetta di Reggio