Aprono le bare al cimitero per rubare ori e gioielli dei defunti

carabinieri cimitero1I ladri hanno asportato anche del rame. L’allarme è stato lanciato da alcune paesane che volevano deporre i fiori

Padova, 12 febbraiio 2014 – Cinque bare aperte nella notte al cimitero a Tavo di Vigodarzere, nel Padovano. Alcune persone si sono introdotte nel camposanto manomettendo il cancello, e, una volta all’interno hanno dissotterrato e aperto cinque locali. A dare l’allarme sia il custode che alcune paesane che erano andate al mattino a deporre fiori sulle tombe dei congiunti. A spingere i banditi nella notte in cimitero sono stati i gioielli e gli ori con cui i defunti erano stati sepolti. Secondo una primissima ricostruzione, i ladri avrebbero portato via dal cimitero di Tavo anche alcune strutture in rame. Viene a cadere l’iniziale ipotesi, quella legata al vandalismo e quella più vicina alle messe nere. I militari hanno immediatamente avvisato i familiari dei defunti profanati.

R.Pol.
Fonte: Corriere del Veneto