Donna uccisa a coltellate, il convivente fermato dalla polizia. Voleva lasciarlo

polizia notte10I soccorritori hanno trovato la donna – 48 anni di origine ecuadoriana, ma cittadina italiana – agonizzante. E’ deceduta per le gravi e numerose ferite da coltello. La coppia era in crisi e lei pare volesse lasciarlo

Milano, 12 febraio 2012 – Ancora un omicidio a Milano. Una donna e’ stata uccisa a coltellate nell’appartamento dove viveva, a Milano. Secondo quanto si e’ appreso l’aggressore sarebbe il convivente, un piccolo imprenditore egiziano di 44 anni, che sarebbe stato fermato dalla polizia.

La donna uccisa era un’assistente sanitaria che lavorava in una clinica geriatrica in via Paravia, in zona Lotto. Secondo indiscrezioni era da poco tornata dall’Ecuador, suo paese natale, dove si era recata senza di lui in quanto la coppia era in crisi e lei pare volesse lasciarlo. Ieri sera la donna ha lavorato fino alle 21 in clinica e poi e’ tornata a casa. Alle 22 la lite furiosa e l’accoltellamento. Sul posto e’ intervenuto il 118, che ha trovato la donna – 48 anni di origine ecuadoriana, ma cittadina italiana – agonizzante. E’ deceduta per le gravi e numerose ferite da coltello.

Fonte: Il Giorno