Rapinatore trova la cassa vuota e punta la pistola alla tempia dei clienti

carabinieri4Fano (Pesaro Urbino), 12 febbraio 2014 – Pistola alla tempia, poi un inquietante conto alla rovescio: «Se non mi dai i soldi, al tre ti sparo. Uno, due…». Un rapinatore solitario ha seminato il terrore,oggi pomeriggio intorno alle 16.15, ripetendo almeno un paio di volte la sua minaccia al personale e ai clienti dell’agenzia assicurativa Milano, a Fano in via Gabrielli. Il bandito è fuggito con il magro bottino di nemmeno 100 euro: dopo aver visto che in cassa non c’era nulla, li ha arraffati dalla borsetta di una cliente, per fortuna senza dare seguito alle sue intimidazioni. «Non sappiamo come abbia fatto a entrare – raccontava Luciana Severi, l’agente generale – Stiamo al primo piamo, siamo noi ad aprire ai clienti e nel caso del rapinatore non l’abbiamo fatto. L’ingresso sul retro era ed è rimasto chiuso, forse quello è salito dal garage. Quando se n’è andato, ci siamo precipitati alle finestre, però per noi nessuno è uscito dall’edificio». Cinque persone, l’agente generale, l’impiegata, il liquidatore e due clienti, sono rimaste sotto la minaccia del bandito solitario durante le diverse fasi della rapina, iniziata davanti al bancone della cassa e proseguita negli uffici.

Osvaldo Scatassi
Fonte: Il Messaggero