Tornano i maiali vicino ai cassonetti in periferia a Roma

maiali rifiutiRoma, 12 febbraio 2014 – Ancora maiali tra i cassonetti dei rifiuti alla periferia di Roma. E ancora polemiche, innescate da esponenti del centrodestra capitolino, che attaccano il sindaco Ignazio Marino e la sua gestione della citta’, specie sul fronte rifiuti. Dopo il caso dei maiali che rovistavano tra i cassonetti a Selva Candida, durante le feste di Natale, immortalati da tanto di foto, altre immagini del genere sono comparse oggi sulle pagine romane di Repubblica.it. A scattare le foto e’ stato Vincenzo Leli, dipendente dell’Ama e presidente del circolo di Forza Italia del XV municipio, che ieri pomeriggio, in via della Storta, tra Boccea e La Storta, al confine tra il XIV e XV municipio ha immortalato alcuni maiali vicino ai cassonetti, stranamente vuoti, e circondati da scatolette di tonno, buste e un frigorifero gettato a terra. I maiali potrebbero esser scappati da qualche terreno adiacente. Immediati gli attacchi del centrodestra al sindaco. “I maiali a passeggio sono l’ennesimo scempio per Roma. Basta cosi’. ‘Sottomarino’ eviti a Roma ulteriori umiliazioni”, afferma il Capogruppo capitolino di Forza Italia Giovanni Quarzo. “Il simbolo dell’Urbe e’ la lupa, non il maiale. Sono senza parole”, osserva il vice presidente dell’Assemblea Capitolina, Giordano Tredicine. “L’indecenza in cui Marino ha fatto piombare Roma e’ inenarrabile: insicura, senza prospettive, sporca”, aggiunge il consigliere del gruppo misto Roberto Cantiani. Il consigliere Ncd della Regione Lazio, Giuseppe Emanuele Cangemi, taglia corto: “La Roma di Marino e’ un porcile”. (ANSA)