Iran, uomini nella nazionale femminile di calcio. La Federazione:”Stavano per cambiare sesso”

nazionale femminile iranUn caso mai visto nel mondo arabo, smascherato dai britannici del Daily Telegraph

Londra, 12 febbraio 2014 – Le calciatrici in Iran verranno sottoposte a test a sorpresa per stabilirne il sesso: è questa la misura adottata dalla Federcalcio locale dopo la scoperta che sotto i veli indossati in campo da presunte campionasse in realtà si nascondevano uomini.
In Iran – ricorda oggi il Daily Telegraph – le donne non possono assistere alle partite del campionato maschile, ma il calcio resta comunque uno sport largamente diffuso, e praticato, anche tra il gentil sesso. Ha destato quindi grande clamore la notizia che diversi uomini, nascondendosi sotto il velo d”obbligo per le donne anche quando fanno sport, erano soliti giocare nelle squadre femminili. Tra questi, addirittura quattro componenti della nazionale femminile iraniana. Uomini che però – a loro parziale giustificazione – erano in procinto di completare l”operazione per il cambio di sesso, o soffrivano di disturbi legati allo sviluppo sessuale. Da qui la decisione dei federali di introdurre test d”obbligo per tutti i tesserati, visitati a sorpresa da medici per accertarne il sesso. Ahmad Hashemian, a capo della commissione medica della Federcalcio iraniana, ha spiegato che sarà compito degli stessi club condurre ulteriori accertamenti sulle proprie atlete.

L’operazione per il cambio del sesso è legale a Teheran, considerata in accordo con la fatwa, che è stata imposta dall’Ayatollah Ruhollah Khomeini, leader spirituale della rivoluzione islamica nel 1979. Una legge liberale che contrasta con le rigide norme che regolano la morale sessuale prevista dalla sharia che proibisce l’omosessualità così come il sesso prematrimoniale.

Fonte: Il Messaggero