Fratelli invalidi malnutriti e senza elettricità: erano chiusi in casa in totale abbandono

Foto: archivio
Foto: archivio

Caserta, 13 febbraio 2014 – I carabinieri di Sessa Aurunca (Caserta) hanno soccorso due fratelli, un uomo ed una donna di 43 e 36 anni. Lui affetto da gravi problemi motori, lei con problemi psicologici, che da giorni vivevano rinchiusi nella loro abitazione in precarie condizioni igieniche e di salute. Per entrare nell’appartamento i militari, intervenuti su segnalazione di un cittadino, hanno dovuto forzare la porta d’ingresso. Nell’abitazione mancava la corrente elettrica e i due fratelli erano in condizioni di totale abbandono e malnutriti. I due, e’ emerso, vivevano da soli da qualche anno dopo aver perso entrambi i genitori e sopravvivevano grazie alla bassa pensione di invalidita’ percepita dal 43enne; negli ultimi due mesi pero’, hanno accertato i militari guidati dal capitano Antonio Ciervo, i soldi non erano stati ritirati e da qualche giorno i fratelli avevano anche smesso di nutrirsi regolarmente, forse con l’intenzione di lasciarsi andare e farla finita. Ora sono ricoverati presso l’ospedale San Rocco di Sessa Aurunca ma presto potrebbero finire in una casa di cura del posto. (ANSA)