Ricordi, foto e frasi d’addio. Tanti piangono la bella Elisa

elisa caimmiOsimo (Ancona), 13 febbraio 2014 – Osimo piange Elisa, 23 anni, bella da far girare la testa ma con dentro il tarlo del male di vivere che si è uccisa mercoledì nella sua cameretta. La piange Osimo, la sua città. Increduli i suoi ex compagni di scuola dell’Istituto Vanvitelli Stracca Angelini, ad Ancona, con cui era rimasta sempre in contatto. E la piangono tutti quanti hanno avuto la fortuna di conoscere quella studentessa di biologia che faceva la ragazza immagine per pagarsi l’università e che negli ultimi tempi combatteva con l’anoressia, male subdolo che intacca che aggredisce psiche e corpo.

La discoteca “Noir” di Jesi, dove lavorava, ha chiuso per lutto. Nella serata di San Valentino nessuno ha voglia di festeggiare. Troppo dolore per Elisa Caimmi, la 23enne che si è tolta la vita ieri impiccandosi nella sua camera da letto. Elisa che non riusciva ad aiutare se stessa, ma avrebbe voluto aiutare gli altri. Elisa che aveva confidato qualche tempo fa ad alcuni amici che avrebbe voluto partecipare ai corsi indetti dalla locale Croce Rossa per diventarne volontaria.

Quando riusciva a vedere la luce, aveva dei progetti anche a lungo termine Elisa, che studiava biologia all’Università Politecnica delle Marche dopo aver finito gli studi superiori al Vanvitelli Stracca Angelini di Ancona. Aveva un grande cuore, era dolce e particolarmente sensibile. Ma con se stessa era dura, fin troppo. Soffriva di anoressia, non riusciva ad accettarsi – eppure era bellissima – al punto che la malattia l’ha portata sul baratro.

Oggi è stata aperta la camera ardente all’obitorio dell’ospedale di Osimo e in tanti sono voluti andare a darle l’ultimo saluto. Così come tanti hanno affollato la sua bacheca Facebook di ricordi, video, canzoni, frasi d’addio. Il funerale si terrà sabato alle 10 nella parrocchia di San Marco.

Fonte: Corriere Adriatico

Leggi anche:
La bellissima cubista Elisa si impicca a 22 anni. Soffriva di anoressia