Scappava per strada con la figlioletta di 3 mesi in braccio, 30enne massacrata di botte

poliziaLocale1Pavia, 13 febbraio 2014 – E’ stata massacrata di botte ed è riuscita a scappare. Una donna trentenne, di origine albanese, è stata trovata martedì sera in una via del centro, a Vigevano, mentre cercava a fatica di correre, scalza e in pigiama, con la figlioletta di appena 3 mesi in braccio. Aveva ecchimosi al volto e alle mani. Mamma e piccola sono state aiutate da due donne che le hanno viste passando in auto e le hanno accompagnate al comando di polizia locale. Da lì sono state subito portate al Pronto soccorso della clinica Beato Matteo, dove alla mamma è stata riscontrata anche la frattura di due vertebre, la bimba era illesa. Ora sono in una comunità di accoglienza. La procura di Pavia e la polizia locale di Vigevano hanno subito avviato accertamenti: il marito della donna, un operaio albanese di 35 anni, è indagato per lesioni gravissime, violenze in famiglia e sequestro di persona.

Fonte: La Provincia Pavese