Torna libero il padre che comprava droga alla figlia

carabinieri17Il giudice lo ha rimesso in libertà. La 18enne invece resta ai domiciliari

Bologna, 14 febbraio 2013 – Il papa’, 42enne, torna libero con obbligo di firma, la figlia, 18enne, resta ai domiciliari. Questa la decisione del giudice del Tribunale di Bologna, Rita Chierici, in sede di convalida dei provvedimenti presi due giorni fa dalla Procura, in seguito a un blitz antidroga dei Carabinieri davanti a una scuola superiore. La ragazza e’ stata ‘beccata’ mentre vendeva due spinelli di marijuana a dei compagni di scuola e nella perquisizione successiva a casa sua i militari hanno trovato 40 grammi di hashish.

Il papa’, pero’, (che vive con la figlia in un appartamento in zona universitaria, e’ separato e fa il barista saltuariamente) da subito ha detto che quelli erano suoi ed erano per uso personale. Per lui si sono aperte immediatamente le porte della Dozza, mentre per la figlia sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Ieri e’ arrivata la decisione del giudice, dopo l’udienza di convalida che si e’ svolta ieri: il 42enne, che ha qualche precedente ma non per droga, e’ stato rimesso in liberta’, con obbligo di firma. La figlia resta ai domiciliari. (DIRE)

Leggi anche:
Ragazza spaccia fuori scuola, il padre “gliela procuravo io”