Vittima denuncia gli usurai, tassi fino al 1400%

polizia65Palermo, 14 febbraio 2014 – Avrebbero imposto alle loro vittime tassi di interesse anche del 1.400 per cento, minacciandoli di morte. Con questa accusa due pregiudicati sono stati arrestati dalla Polizia a Caltanissetta. A fare scattare le indagini e’ stata la denuncia di un imprenditore edile, che si era rivolto ai due strozzini perche’ non riusciva piu’ a pagare i fornitori e gli stipendi dei suoi dipendenti. L’uomo, esasperato dalle continue pressioni e vessazioni dei due arrestati, si e’ rivolto agli agenti della Squadra mobile. Sono cosi’ iniziate intercettazioni telefoniche e video riprese, oltre a pedinamenti ed appostamenti. I fatti si sarebbero verificati nel 2012 e tra le vittime ci sarebbero, oltre ad noto odontoiatra, anche semplici lavoratori, non piu’ in grado, a causa della crisi economica, di far fronte alle esigenze familiari. Oltre al pagamento in denaro gli strozzini chiedevano prestazioni professionali. Tutte le vittime ascoltate dagli investigatori, dopo alcuni tentennamenti e una iniziale ritrosia ad ammettere di essere caduti nelle mani degli usurai, hanno confermato le accuse ai due arrestati emerse dalle intercettazioni. Per i due sono cosi’ scattate le manette. (Adnkronos)