Frana su gasdotto, stop riscaldamento a Genova e in altri 16 Comuni

vigili fuoco carabinieri1Genova, 20 marzo 2014 – Disagi a Genova per un guasto sulla rete del gas dovuta a una frana su un condotto. La Protezione civile ha invitato i cittadini a non utilizzare il metano se non per cottura del cibo e a non utilizzare impianti di riscaldamento autonomo. Per il rischio di esplosioni è stata chiusa al traffico via Pelissa, una strada periferica, dove è vietata l’accensione di motori, di telefoni cellulari e di fiamme. Il guasto alla rete del gas che ha costretto a chiudere gli impianti di riscaldamento di Genova e di altri 16 Comuni è avvenuto a Orero a causa di uno smottamento del terreno. Chiusa via Pelissa, in periferia. La concentrazione di gas nell’aria è circoscritta, hanno spiegato i tecnici, e non c’è pericolo per i residenti in quanto le case più vicine sono ad alcune decine di metri di distanza.

Lo smottamento non ha prodotto fratture visibili nel terreno e la conduttura, da 24 pollici, è rimasta nascosta sotto terra, a una profondità di circa 4 metri. L’area della fuga di gas è stata individuata grazie ai rilevatori. In quel tratto del gasdotto, è stato spiegato, il metano è inodore perché non ancora trattato per gli usi comuni.
Fonte Tgcom24