Dramma lavoro, sessantenne disoccupato minaccia di togliersi la vita. Salvato dai carabinieri

carabinieri36Roma, 21 marzo 2014 – Il lavoro che non c’è e tu sei lì che aspetti la pensione, non mancherebbe neanche tanto tempo. Ma passano i giorni, le settimane, i mesi e non cambia nulla, si prospetta il baratro di una vecchia tra gli stenti, senza potersi mai davvero riposare tranquillamente. E alla fine qualcosa nel cervello fa click.

Deve essere accaduto più o meno questo a un sessantenne di Castiglion Fiorentino che stamattina è andato in stazione ma non per prendere il treno. Fermatosi nel piazzale e armato di pistola, ha minacciato di togliersi la vita, gridando a tutto il paese la sua rabbia e la sua frustrazione.

Un passato nei carabinieri, da tempo l’uomo era senza lavoro e, pur mancando pochi anni alla pensione, l’obiettivo sembrava allontanarsi sempre di più e alla fine non ha retto.

Grande mobilitazione in paese e gran lavoro proprio da parte dei carabinieri che, alla fine, dopo quattro ore di trattativa, sono riusciti a far desistere l’uomo dal suo intento. Il sessantenne, infine, è stato sedato e portato in ospedale. Le ferite dell’anima, però, ci metteranno un po’ a guarire.
Fonte La Nazione