Libia, tecnico italiano rapito in Cirenaica

libia cireRoma, 22 marzo 2014 – Un tecnico italiano che lavora per una società di costruzioni è stato rapito vicino a Tobruk, nell’est della Libia. Lo riferisce la stampa locale. Secondo il Libya Herald, l’uomo soffre di diabete e non avrebbe con sé il suo kit di insulina lasciato nella sua auto trovata nei pressi della città.

La Farnesina sta seguendo la vicenda di un connazionale che lavora per una ditta italiana e che risulta irreperibile in Cirenaica, nell’est della Libia. Lo si apprende da fonti della stessa Farnesina che segue con il massimo impegno la situazione, in stretto contatto con l’ambasciata e l’unità di crisi. (ANSA)