Resta in carcere violentatore ragazza

giustizia processoAncona, 22 marzo 2014 –  Resta in carcere con l’accusa di sequestro di persona, violenza sessuale e lesioni personali il trentunenne di Castelbellino che avrebbe rapito e violentato per alcune ore una sua amica di 23 anni. Lo ha deciso il Gip di Ancona convalidando l’arresto. L’uomo si è difeso dicendo che il rapporto sessuale è stato consensuale. ”Siamo stati insieme tutto il giorno – ha detto – prima al mare, poi a casa sua, quindi da me. Abbiamo litigato, le ho dato uno schiaffo ma niente di più”. (ANSA)