Racket delle ambulanze: un arresto

carabinieri4Napoli, 23 marzo 2014 – Quattromilacinquecento euro per conseguire l’abilitazione sulla patente per poter condurre un’autoambulanza. E’ la somma versata da due napoletani a un truffatore che vive di estorsioni.

I carabinieri della compagnia Vomero hanno fermato un uomo, Pietro Dello Ioio, 48 anni, residente a Casavatore, ritenuto responsabile di tentata estorsione aggravata. Le indagini hanno inizio quando una 57enne oltre a denunciare la scomparsa del figlio di 40 anni denunciava di essere stata vittima di una tentata estorsione da parte di una persona che – armato di pistola – le avrebbe intimato di consegnare 4.500 euro, somma corrispondente al debito non onorato dal figlio.

I militari agli ordini del capitano Giovanni Ruggiu, dopo aver rintracciato la persona scomparsa ed aver approfondito le indagini, sono riusciti ad identificare e bloccare Dello Ioio, ritenuto il responsabile della tentata estorsione riconosciuto dalla vittima.

Gli investigatori hanno accertato che i 4.500 euro non erano un prestito bensì la somma che Dello Ioio avrebbe consegnato al figlio della denunciate per poter avere, senza sostenere esami, 4 patenti per la guida di autoambulanze per altrettanti intestatari ancora da identificare. Il 40enne, che poi in realtà non aveva procurato la patente al «committente» e non voleva restituire neanche il denaro, per paura di ripercussioni aveva pensato bene di allontanarsi da casa facendo perdere le proprie tracce. Il fermo è stato convalidato dal magistrato.

di Giuseppe Crimaldi
Fonte Il Mattino