Accende la macchina e salta in aria. Ucciso un 46enne

polizia 7Nuoro, 25 marzo 2014 – E’ morto in un attentato dinamitardo stamane a Lanusei (Ogliastra) nella sua macchina un uomo di 46 anni, Roberto Aresu, proprietario di una concessionaria d’auto agli arresti domiciliari per truffa e altri reati. L’esplosione e’ avvenuta sotto casa della vittima, che in alcune ore del giorno aveva il permesso di uscire. Aresu era appena entrato nella sua Renault Clio su cui qualcuno aveva piazzato una carica esplosiva. Inutili i tentativi di soccorrere la vittima.

Sul posto e’ intervenuta la squadra mobile della questura di Nuoro. L’esplosione e’ avvenuta poco dopo le 10.30 in un cortile sterrato vicino all’ex Villaggio Fiaschetti, nella parte bassa di Lanusei. Il boato e’ stato udito in tutta la cittadina e sul posto sono intervenuti, oltre a polizia a carabinieri, vigili del fuoco e operatori del 118. Roberto Aresu, 46 anni, e’ stato estratto dalle lamiere contorte della sua Renalt Clio ormai privo di vita. L’ordigno, probabilmente realizzato con esplosivo da cava, era stato piazzato nella parte anteriore dell’utilitaria, nel vano motore, e verosimilmente e’ esploso quando la vittima ha girato la chiave di accensione attivando il contatto elettrico. La zona, dove sono in corso i rilievi della squadra mobile e della scientifica, e’ stata transennata. (AGI)