Chiude il figlio di 11 anni in camera e va ad ubriacarsi: giovane arrestata

carabinieri notte10Roma, 26 marzo 2014 – Ha chiuso il figlio di 11 anni in cameretta ed è uscita con gli amici ad ubriacarsi nei locali dei Castelli Romani. Dovrà rispondere dell’accusa di abbandono di minori la giovane moldava arrestata dai carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castel Gandolfo. La donna è stata fermata alle 5 del mattino completamente ubriaca a bordo della sua auto, con un tasso alcolemico cinque volte superiore ai limiti consentiti dalla legge. Sui documenti compariva anche il nome del figlio minorenne, elemento che ha fatto insospettire i carabinieri. I militari sono poi riusciti a risalire all’abitazione della donna, in via delle Arti a Pomezia, e a scoprire quanto accaduto.

Il figlio 11enne era stato lasciato chiuso a chiave nella sua cameretta già dalle 20 della sera precedente. La donna è stata posta ai domiciliari in seguito all’udienza di convalida da parte del Tribunale di Velletri: l’accusa è di abbandono di minori e ora rischia fino a sei anni di carcere. La giovane madre dovrà anche giustificarsi dagli addebiti che le saranno rivolti dal Tribunale per i Minorenni di Roma e dai Servizi Sociali del Comune di Pomezia, a cui i carabinieri hanno inviato una dettagliata relazione.

Fonte: Il Messaggero