Usuraio adolescente taglieggiava 17enne. Arrestato l’esattore: ha 19 anni

carabinieri60Palermo, 27 marzo 2014 – Dopo aver ottenuto un prestito da un coetaneo, un diciassettenne era diventato vittime di un’estorsione e costretto a pagare 400 euro a fronte dei 150 che aveva ricevuto. Lo hanno scperto a Rometta, nei pressi di Messina, i carabinieri che hanno arrestato Enrico Giardina, 19 anni, con l’accusa di estorsione. A Giardina, secondo quanto ricostruito, aveva “ceduto” il suo credito un diciottenne che aveva imprestato 150 euro alla vittima e che e’ stato denunciato per usura. Il creditore aveva infatti preteso indietro 240 euro, sostenendo che gli erano dovuti interessi sul prestito. Data l’impossibilita’ di incassare, si era messo d’accordo con Giardina, il quale aveva richiesto 400 euro. (AGI)