Ammazzateci Tutti”, “ConDivisa” e ANSFO: Plauso ai Carabinieri di Limbadi (VV)

stampaVibo Valentia, 30 marzo 2014 – I Militari dell’Arma con competenza e professionalità sono riusciti ad evitare un tragico epilogo.
Plauso ai Carabinieri di Limbadi in Provincia di Vibo Valentia, che con competenza e professionalità sono riusciti ad evitare il tragico epilogo di una rissa che prima dell’arrivo dei Militari ha lasciato a terra due feriti – ad affermarlo Lia Staropoli, Rosaria Altilia e Giuseppe Gaccione, rispettivamente Presidente dell’Associazione “ConDivisa – Sicurezza e Giustizia”, Coordinatore Regionale del movimento antimafia “Ammazzateci Tutti” e Coordinatore Regionale dell’Associazione Nazionale Sostenitori delle Forze dell’Ordine, le uniche associazioni nazionali a sostegno degli operatori delle Forze dell’Ordine e Forze Armate – i rappresentanti delle associazioni evidenziano che l’intervento dei Militari della Stazione di Limbadi, coordinati dal Mar. Giuseppe Scialla, dal Tenente Francesco Manzone e dal Colonnello Daniele Scardecchia, ha evitato un bilancio più grave, con non poche difficoltà, visti i capi di imputazioni di lesioni e resistenza nei confronti di Pubblico Ufficiale. La situazione era ormai degenerata e poteva solo concludersi nel peggiore dei modi date le intenzioni di tutti i soggetti che hanno preso parte alla rissa, alcuni componenti della famiglia Mancuso. Armati di un forcone e di un bastone ben presto dall’aggressione verbale sono passati a quella fisica fino all’intervento dei Carabinieri della Stazione di Limbadi, alcuni Militari intervenuti sul posto per primi hanno avuto la necessità di ricorrere alle cure mediche per delle lesioni dovute alla colluttazione a loro il nostro augurio per una pronta guarigione.

30 marzo 2014
Alessandro Pecora