Si finge agente segreto albanese, arrestato latitante

gico guardia finanza1L’uomo, di 25 anni, aveva documenti falsi: era stato condannato per traffico di droga

Cassano (Bari), 1 aprile 2014 – I finanzieri del Gruppo Investigazioni criminalità organizzata di Bari hanno arrestato Julian Binaj, 25 anni, di nazionalità albanese, ricercato per una condanna definitiva a 4 anni di reclusione emessa dal Tribunale di Firenze per traffico internazionale di sostanze stupefacenti. L’uomo si era reso irreperibile, dopo essersi allontanato dall’ultima residenza di San Giovanni Valdarno (Arezzo). In passato è stato coinvolto in indagini in materia di droga condotte dai militari del Gico di Bari.

Negli ultimi mesi erano state intensificate le ricerche nella provincia, avendo avuto sentore di un suo rientro in ambienti malavitosi. Supposizioni rivelatesi fondate, dal momento che gli investigatori lo hanno individuato mentre si trovava a Cassano Murge, nella centralissima Piazza Garibaldi. Per circolare indisturbato sul territorio dello Stato, Binaj si era procurato una nuova identità. Infatti, sfruttando le sue conoscenze, era riuscito ad ottenere un passaporto con cognome ‘Pallaj’.

Al momento del fermo, nell’estremo tentativo di sottrarsi all’arresto, ha cercato di far credere ai finanzieri che si trattasse di uno scambio di persona. A nulla sono valsi il passaporto con le false generalità ed un tesserino falso esibito per far credere di essere un agente sotto copertura di un’agenzia governativa della Repubblica albanese, la Central Bureau of Investigation.

Fonte: La Repubblica