Terremoto: 4 condanne e 6 assoluzioni per crollo casa studente

casa studenteL’Aquila, 2 aprile 2014 – Tre condanne a quattro anni e una a due anni e sei mesi. E’ la sentenza del processo di I grado per il crollo della Casa dello studente dell’Aquila, avvenuto la notte tra il 5 e il 6 aprile 2009 a seguito del terremoto che ha devastato la città abruzzese. La sentenza arriva il 16 febbraio dello scorso anno. Il gup ha anche deciso quattro assoluzioni perche’ il fatto non sussiste e due per non luogo a procedere. Nel crollo della residenza universitaria morirono otto persone.

In particolare, accogliendo le richieste del pm Fabio Picuti, il Gup del Tribunale dell’Aquila ha condannato a quattro anni Bernardino Pace, Pietro Centofanti e Tancredi Rossicone, tecnici autori dei lavori di restauro del 2000, che, secondo l’accusa, avrebbero ulteriormente indebolito il palazzo, che gia’ presentava vizi costruttivi all’epoca della sua edificazione negli anni ’60, e due anni e mezzo Pietro Sebastiani, il tecnico dell’Azienda per il diritto allo studio che gestisce l’immobile. (Adnkronos)