Il dramma di una giovane mamma 26enne: braccia amputate dal trattore

Foto: archivio
Foto: archivio

Moiano (Benevento), 3 aprile 2014 – Restano stazionarie le condizioni di M.M., la 26enne originaria di Airola ma residente a Moiano che, a causa di un fatale incidente avvenuto martedì sera nell’azienda agricola che gestisce con il marito, ha subito l’amputazione di entrambe le braccia.

Comunque, ieri, i medici del Rummo dove l’altra sera è giunta a bordo di un’ambulanza del 118, pur confermando la prognosi riservata, hanno potuto dichiarare la paziente fuori pericolo di vita. La speranza dei familiari è che, lentamente, la donna, sposata e madre di una bambina di due anni, possa superare il grave trauma psicofisico subito e riconsiderare la possibilità alternativa di una protesi funzionale.

Intanto, sembra più chiara la dinamica dell’incidente, dovuto a una tragica casualità. La donna stava aiutando il marito a raccogliere fascine di legna da utilizzare per il forno allestito nell’abitazione di loro proprietà. Per confezionare il lavoro, sembra che i due avessero collegato all’albero di trasmissione del trattore una imballatrice.

Tuttavia, evitando strumenti accessori, la donna, probabilmente in un attimo di distrazione, si è avvicinata troppo alla macchina con le braccia, rimanendo aggrovigliata, con il suo giubbino di nylon che indossava, all’albero di trasmissione del mezzo agricolo.

Enzo Napolitano
Fonte: Il Mattino