Litiga con la vicina e tenta di sfregiarla con la candeggina

polizia45Napoli, 3 aprile 2014 – Poteva trasformarsi in una vera tragedia il litigio avvenuta la scorsa mattina in un palazzo in via Litoranea tra una donna di 49 anni C.R. ed un’altra 33enne, R.T.. Dopo una serie di offese verbali, infatti la prima, senza pensarci un attimo, ha rovesciato addosso all’altra una grossa bottiglia di candeggina.

Per fortuna la donna è riuscita a scansarsi tempestivamente, mettendo in salvo anche sua madre in parte invalida e così il liquido ha colpito soltanto la sciarpa e il cappotto che ovviamente sono stati danneggiati.

Ora gli indumenti sono al vaglio degli uomini della polizia del commissariato in via Marconi, alla guida del primo dirigente Paolo Esposito, a cui la vittima dell’aggressione si è subito rivolta, presentando denuncia, ed ora intende procedere per vie legali.

Il motivo della lite è legato ad una controversia tra gli altri condomini e la donna che ha compiuto l’insolito gesto, la quale non voleva nell’androne del palazzo un piccolo cane raccolto per strada e custodito provvisoriamente prima di trovare una collocazione definitiva.

«Non è la prima volta che questa donna usa violenza nei miei confronti – dice R.T. – ma adesso ho deciso di parlare perché molte volte, come nelle mura domestiche, anche nei condomini si consumano le peggiori tragedie».

Francesca Mari
Fonte: Il Mattino