Picchiata durante la rapina in casa, muore dopo un mese agonia

Foto: archivio
Foto: archivio

Maura Santoro, 94 anni, era stata massacrata di botte insieme alla dama di compagnia di 80 anni

Imperia, 3 aprile 2014 – E’ morta dopo un mese di agonia all’ospedale di Imperia, Maura Santoro, di 94 anni, ex professoressa, massacrata di botte durante una rapina nella sua abitazione di via XX Settembre.

La drammatica rapina si era consumata la mattina del 2 marzo scorso, una domenica. Due balordi, col volto coperto dal passamontagna avevano immobilizzato prima la dama di compagnia dell’anziana, Wanda De Negri, 80 anni, attesa all’esterno dell’ascensore nel palazzo in cui vivevano, quindi Maura Santoro.

Venti minuti di autentica follia. Le due donne vennero derubate di 5 mila euro e poi massacrate a calci e pugni nonostante i due avessero già “incassato” il bottino.

Mentre la badante era stata dimessa il giorno stesso dall’ospedale, Maura Santoro da quella drammatica non si è più ripresa. Aveva riportato la frattura di tre costole e di una gamba. Due giorni fa è deceduta nel reparto di cardiologia perché ai traumi e alle fratture nel frattempo erano sopraggiunte complicazioni. Ora la Procura di Imperia disporrà l’autopsia mentre la squadra mobile di Imperia continua le ricerche dei due aggressori.

Fonte: La Repubblica