Rapina in casa, assassinata ex insegnante

carabinieri66La donna di 72 anni trovata con un sacchetto di nylon in testa, legato con il filo elettrico di una abat-jour

Siracusa, 3 aprile 2014 – Uccisa nella sua abitazione, soffocata con un sacchetto di nylon, probabilmente nel corso di una rapina. È morta così, una donna di 72 anni, Elvira Leone, insegnante in pensione. L’omicidio sarebbe avvenuto almeno due o tre giorni fa, ma la vicenda è venuta alla luce solo oggi. Leone viveva da sola in uno stabile signorile in piazza della Repubblica, a Siracusa. Il corpo è stato trovato supino, nel soggiorno, con un sacchetto di nylon in testa, serrato con il filo elettrico di una abat-jour attorno al collo. Il volto presenterebbe vaste ecchimosi.
OGGETTI PREZIOSI RUBATI – Un’amica, che custodiva una copia delle chiavi dell’appartamento, insospettita dal fatto che la donna non rispondesse ormai da un paio di giorni alle sue telefonate, si è recata assieme alla vicina di casa nella casa, al sesto piano. Appena giunte sul pianerottolo hanno constatato che la porta blindata era stata forzata, e che la casa era completamente a soqquadro. Da qui la segnalazione ai carabinieri e la scoperta del cadavere della donna. Circa il movente dell’omicidio, gli investigatori non sembrano avere molti dubbi: oltre al fatto che tutte le stanze erano state rovistate, i carabinieri hanno anche trovato diversi astucci di oggetti preziosi aperti e privati del loro contenuto. Sul posto è giunto il medico legale, Francesco Coco, e si attende adesso l’arrivo dei carabinieri del Ris di Messina per lo svolgimento degli accertamenti tecnici. A coordinare le indagini è il sostituto procuratore di Siracusa, Antonio Nicastro.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno