Botte e sequestro col colpo di scena: la fidanzata si era inventata tutto

giustizia processoTreviso, 6 aprile 2014 – L’ex fidanzata, una ragazza ora 23enne che lo aveva fatto finire prima in carcere e poi sotto processo, si era inventata tutto. O meglio, il 30enne residente a Mansuè che aveva condiviso con lei una relazione, è stato assolto dal tribunale di Vicenza dalle accuse di sequestro di persona, lesioni gravi, porto abusivo d’armi, violenza privata aggravata e violazione di domicilio. Il suo legale è riuscito infatti a dimostrare in aula che il racconto della presunta vittima non era attendibile e che non aveva trovato alcun riscontro probatorio, facendo così crollare l’impianto accusatorio.

Fonte Il Gazzettino