Disposta l’autopsia sul carabiniere suicida, la moglie: «Voglio la verità»

carabinieriSalerno, 6 aprile 2014 – È stata fissata per mercoledì mattina l’autopsia sulla salma dell’appuntato dei carabinieri, S.D.F., ritrovato morto venerdì mattina nella caserma del comando provinciale a Mercatello, con un colpo sparato dalla sua pistola di ordinanza. Il giudice Giancarlo Russo ha incaricato il medico legale Giovanni Zotti.
A richiedere l’esame è stata la moglie Nicoletta, intenzionata a scoprire la verità su quello che fin ad oggi viene definito un «insano gesto». La donna non crede all’ipotesi del suicidio e si è affidata all’avvocato Alfonso Senatore, che ha nominato come perito di parte il medico legale Vladimiro De Bellis.

La famiglia del carabiniere aveva da prima fissato il giorno e l’orario dei funerali, poi nella serata di venerdì la signora Nicoletta ha deciso di far rinviare la cerimonia funebre e di voler approfondire le indagini. Indagini che si erano concluse almeno in un primo momento con l’esame esterno del cadavere, eseguito dal medico legale, nello stessa caserma. Secondo la moglie, il carabiniere non aveva alcun problema di salute ne tanto meno soffriva di depressione.

di Simona Chiariello

Fonte Il Mattino