Investi’ e brucio’ moglie, condannato a ergastolo

giustizia processoNapoli, 7 aprile 2014 – Fu inseguita, investita, picchiata, cosparsa di benzina e data alle fiamme. E’ morta cosi’ Giuseppina Di Fraia, 52 anni, di Pianura, un quartiere di Napoli, dopo tre giorni di agonia, il 14 febbraio dell’anno scorso. Questa mattina il marito, Vincenzo Carnevale, 51 anni, originario di Pozzuoli, e’ stato condannato all’ergastolo cosi’ come aveva chiesto la pubblica accusa. I difensori avevano chiesto una perizia per valutare la sua capacita’ di affrontare il giudizio, ma e’ stato ritenuto sano di mente. Il giudice ha anche stabilito che la famiglia della vittima, il comune di Napoli e le associazione che si sono costitute nel processo, siano risarcite del danno.(AGI)