Uccide compagno settantacinquenne a coltellate dopo lite

carabinieri15Scalea (Cosenza), 7 aprile 2014 – Ha ucciso il compagno, un uomo di 75 anni, accoltellandolo alla gola, poi ha avvisato i carabinieri. E’ accaduto nel pomeriggio di ieri (ma lo si e’ appreso stamane) a Scalea, centro del Tirreno cosentino. La vittima e’ Giuseppe Ronco, originario di Torino, residente nel centro calabrese dal 2007; l’omicida e’ Maria Mascetti, 65 anni, pure torinese. Scenario del delitto i residence “Parco Scalea 20002. E’ stata la donna a telefonare ai Carabinieri intorno alle 17, chiedendo aiuto. I militari sono giunti sul posto, trovando chiusa la porta dell’appartamento in cui viveva la vittima.
Constatato che nessuno rispondeva, con l’aiuto dei vigili del fuoco, i militari hanno aperto la porta trovando l’uomo riverso in una pozza di sangue. Fatta la scoperta, si sono diretti verso casa della donna. I due, benche’ legati sentimentalmente, infatti, non erano conviventi. Maria Mascetti vive nello stesso residence, a 6-700 metri di distanza. I carabinieri del capitano Vincenzo Falce l’hanno trovata in stato confusionale, con alcune ferite all’addome non gravi che si era provocata usando un coltello. Gia’ nel 2011 Ronco era stato aggredito dalla compagna con un martello, ma aveva riportato ferite lievi. L’omicidio sarebbe scaturito da una lite per futili motivi. (AGI) .