Minacciano vedova per farsi dare 6.500 euro,tre arresti

carabinieri36Tolentino, 11 aprile 2014 –  Prima ne ha conquistato l’amicizia, ricevendo anche regali in denaro. Poi non ha cominciato a minacciarla per estorcerle la somma di 6.500 euro. E’ accaduto ad una vedova di 50 anni, residente a Sarnano. Il protagonista, invece, è un pregiudicato polacco G.M., di 20 anni, con due complici afgani, A.H., di 31 anni, con precedenti penali, e D.M, di 19, tutti residenti a Macerata. Tra la donna e il giovane polacco era nata qualche mese fa una semplice amicizia, che non è andata oltre a qualche ora trascorsa insieme al bar o in pizzeria. Approfittando della generosità della donna, G.M. aveva iniziato a chiederle con periodicità piccole somme di denaro. Dopo avere ottenuto complessivamente 1.500 euro, il ventenne ha avanzato pretese economiche più sostanziose, questa volta, però, giungendo fino a minacciarla persino di morte. Durante un incontro la scorsa settimana nella zona dell’Abbadia di Fiastra, il giovane e i suoi due compici hanno chiesto alla donna, sotto la minaccia di una pistola, di procurarsi 6.500 euro. La vittima è stata perseguitata telefonicamente, finché non ha denunciato i fatti ai carabinieri di San Severino Marche. I militari, con i colleghi del Nucleo Operativo della Compagnia di Tolentino, hanno avvito le indagini. Ieri la svolta con un appostamento ai Giardini Diaza di Macerata. La donna ha lasciato un pacchetto dietro un cassonetto, qualche ora dopo i tre hanno prelevato il plico, ma sono stati immediatamente bloccati dai carabinieri e arrestati. A casa di G.M. i militari hanno anche rinvenuto la pistola piombini.(ANSA).