Dell’Utri, verso rinvio udienza

dell'utriRoma, 14 aprile 2014 – Il rinvio dell’udienza di domani in Cassazione per Marcello Dell’Utri, condannato a sette anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, è lo scenario più probabile che fonti della stessa Suprema Corte danno per scontato per via dei certificati di malattia inviati dai difensori dell’ex senatore Massimo Krogh e Giuseppe Di Peri. Il rinvio congelerà la prescrizione che dovrebbe maturare il prossimo primo luglio.

A quanto si è appreso, il certificato di malattia dell’avvocato Krogh è pervenuto in Cassazione da almeno una settimana, mentre quello dell’avvocato Di Peri è arrivato l’altroieri, sabato.

Domattina, innanzi alla Prima sezione penale dove è fissata l’udienza per Dell’Utri, il collegio presieduto da Cristina Siotto, sentito il parere del sostituto procuratore generale Aurelio Galasso, terrà una breve camera di consiglio per deliberare il rinvio ed, eventualmente, fissare già una nuova data. Molto probabilmente verrà sentito il parere anche dell’Avvocatura dello Stato e delle parti civili costituitesi in giudizio, come il Comune di Palermo.

La Procura della Cassazione potrebbe anche chiedere un accertamento alle Asl competenti sulla effettività dello stato di malattia dei due difensori di Dell’Utri. Ma questa ipotesi appare molto remota.

Marcello Dell’Utri non è comparso stamani davanti ai magistrati libanesi per un’udienza di convalida dell’arresto, perché tale udienza non è prevista dalla legge. Così il procuratore generale della Cassazione, Samir Hammud, sottolineando che potrebbe rimanere detenuto “fino alla decisione sull’estradizione”.

Marcello Dell’Utri e’ stato visitato dalla moglie e uno dei figli oggi pomeriggio nella sezione del Comando della polizia dove e’ detenuto da sabato. Lo ha appreso l’ANSA da fonte qualificata. L’ex senatore di Forza Italia, al quale la moglie ha consegnato alcuni libri e farmaci, ha detto di essere “trattato bene” ed e’ parso di buon umore. L’incontro con i familiari e’ durato circa 15 minuti. Dell’Utri e’ rinchiuso nella sezione dei servizi di Intelligence del Comando della polizia. Ma, secondo quanto si e’ appreso, quello in cui e’ ospite avrebbe le caratteristiche di un appartamentino piu’ che di una cella di sicurezza. L’ex senatore non puo’ ricevere giornali ne’ guardare la televisione perche’ e’ in isolamento, ma oggi gli e’ stato consentito, appunto, ricevere libri.(ANSA)