Abusa figlia convivente per 12 anni, arrestato

carabinieri 4Denunciato dal compagno della ragazza

Roma, 15 maggio 2014 – Ha abusato per 12 anni della figlia della propria convivente, oggi 20enne, facendole fare addirittura un figlio. E’ successo vicino ad Anagni, in Ciociaria. L’uomo, 50 anni, stamattina è stato arrestato dai carabinieri con l’accusa di violenza sessuale continuata e aggravata, atti sessuali con minorenne, nonché maltrattamenti in famiglia.

Il provvedimento di arresto è stato firmato dal Gip di Frosinone Francesco Mancini su richiesta del pm Barbara Trotta. Le indagini dei militari del capitano Giovanni Camillo Meo hanno permesso di scoprire la squallida vicenda, ponendo fine alle violenze fisiche e psichiche nei confronti dalla giovane donna. Il bimbo che la ragazza ha avuto dagli abusi ha ora quattro anni. L’arrestato è ora rinchiuso nel carcere di Frosinone.

A denunciare ai carabinieri della Compagnia di Anagni gli abusi subiti dalla ragazza da parte del compagno della madre è stato il compagno della stessa ragazza. I militari guidati dal capitano Giovanni Camillo Meo hanno così scoperto anni di violenze sessuali subiti dalla giovane. E’ stato sempre lui a riferire che il figlio della coppia – oggi di quattro anni – in realtà è frutto degli abusi subiti dalla sua giovane compagna. (ANSA)