No Tav, chiamò “pecorella” un carabiniere: quattro mesi di carcere

carabiniere pecorellaQuattro mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena.

Torino, 19 maggio 2014 – È la condanna inflitta oggi dal tribunale di Torino a Marco Bruno, il militante No Tav che il 28 febbraio 2012 era stato ripreso in un video mentre dava della «pecorella» a un carabiniere che presidiava l’autostrada durante una manifestazione No Tav in Valsusa. Il pm Nicoletta Quaglino aveva chiesto sei mesi per oltraggio a pubblico ufficiale.

I legali del ragazzo, gli avvocati Claudio Novaro e Maurizio Cossa, avevano invece chiesto l’assoluzione «perchè il fatto non costituisce reato» sostenendo che quelle frasi ricadevano nel «diritto di satira e di critica». La sentenza è stata pronunciata dal giudice Gian Luca Robaldo.

di Adelaide Pierucci

Fonte Il Messaggero