Truffe: morto dal 2011 ma parenti continuavano incassare pensione

funeraleCivitavecchia (Roma), 22 magggio 2014 – Lui e’ deceduto nel 2011 ma la convivente e i due figli non hanno denunciato il decesso all’ente previdenziale ed hanno continuato ad incassare la pensione e l’assegno di invalidita’. Fino a quando l’incrocio delle risultanze delle banche dati del Comune di Civitavecchia e dell’Inps ha evidenziato una posizione previdenziale pendente e innescato le indagini delle Fiamme Gialle della locale Compagnia. Gli accertamenti sul conto corrente acceso presso una Cassa di Risparmio, in cui mensilmente venivano accreditate la pensione e l’assegno di invalidita’, hanno consentito di risalire alla convivente del beneficiario ed ai suoi due figli. Cosi’ e’ scattata la denuncia a carico dei tre per truffa aggravata ai danni dello Stato in concorso fra loro. I tre avrebbero percepito, in questi anni, assegni per circa 60.000 euro. A proposito di contrasto ale truffe, nel 2013 e nei primi quattro mesi del 2014, i reparti dipendenti dal Comando Provinciale delle Fiamme Gialle hanno scoperto truffe ai danni degli enti previdenziali per 5,5 milioni di euro denunciando 196 persone all’autorita’ giudiziaria.

Fonte AGI