Verso il disgelo tra base e vertici della Polizia

2384417-poliziaCi sarà il «capo». E ci sarà il responsabile del Viminale. Dopo le strumentali polemiche sull’applauso al congresso del Sindacato autonomo di polizia, che aveva allontanato pericolosamente la base…

Roma, 22 maggio 2014 – Ci sarà il «capo». E ci sarà il responsabile del Viminale. Dopo le strumentali polemiche sull’applauso al congresso del Sindacato autonomo di polizia, che aveva allontanato pericolosamente la base dai vertici, è cominciato il disgelo. E la manifestazione di oggi all’Altare della Patria per commemorare tutte le vittime del dovere, del terrorismo e della criminalità, è un segnale eloquente. Al Memorial Day organizzato dal Sap, infatti, prenderanno parte anche Alessandro Pansa e Angelino Alfano, che all’indomani del battimani di Rimini finito sotto accusa aveva addirittura annullato l’incontro previsto con i nuovi vertici sindacali. Durante la recente festa della Polizia, Pansa, pur ribadendo le sue critiche, aveva già sottolineato che la vicenda andava ricondotta «nella giusta dimensione» anche perché poteva essere considerata una «conseguenza di una sofferenza legittima del personale». Un episodio, ha spiegato il neosegretario generale del sindacato autonomo nella sua lettera al Presidente Napolitano pubblicata da Il Tempo, «che è stata totalmente strumentalizzata e travisata, con i principali telegiornali nazionali che hanno diffuso immagini di applausi scroscianti relativi alla parte pubblica del congresso sindacale, dove era presente lo stesso capo della Polizia». L’appuntamento per l’evento che si svolge da 22 anni nel mese di maggio nell’anniversario della strage di Capaci, è alle 9 in piazza Venezia. Sperando in una riconciliazione totale e definitiva. Perché i «nemici» sono altri.
di Mau. Gal.

Fonte Il Tempo