Guardia di Finanza scopre 78 kg di cocaina in container a Gioia Tauro

gdfggLa Guardia di Finanza e i funzionari dell’Agenzia delle Dogane hanno scoperto un carico di stupefacenti proveniente dall’Ecuador e sbarcato sulle banchine del porto di Gioia Tauro, per un valore di mercato di sedici milioni di euro. Sgominata a Roma una banda di narcotrafficanti che usavano porti e aeroporti.

I settantotto chilogrammi di cocaina erano nascosti tra i sacchi di farina di un container sbarcato a Gioia Tauro da una nave proveniente dall’Ecuador. La prima fase dell’indagine ha comportato un incrocio tra i dati dei documenti di viaggio, che in seguito ha portato ad un passaggio del container sotto lo scanner e finalmente a una verifica fisica, con l’apertura del contenitore. Dall’inizio dell’anno, sono stati sequestrati nel porto di Gioia Tauro 780 chilogrammi di cocaina.
Sempre oggi, la Guardia di Finanza di Roma ha sgominato una banda di narcotrafficanti che importava droga da Santo Domingo, grazie anche a complici situati in porti e aeroporti, che organizzava una “uscita sicura” dei container e delle valigie che contenevano le sostanze stupefacenti. L’indagine è partita grazie al ritrovamento lo scorso settembre di 283 chilogrammi di cocaina in un doppiofondo di un container carico di banane sbarcato a Genova.
La stessa banda aveva cercato d’introdurre altre due spedizioni di cocaina, di 50 e 60 chilogrammi, da Santo Domingo all’interno di valigie che dovevano arrivare all’aeroporto di Roma Fiumicino, per poi essere portate all’esterno dello scalo da alcuni complici. L’operazione, denominata Buena Hora 2, ha portato all’arresto di nove persone.

Fonte: TrasportoEuropa