Usura, estorsione, rapina, percosse, violenza privata e danneggiamento: due arresti

usuraBrindisi, 28 Mag. – Due persone sono state arrestate dalla polizia per usura, tentativo di estorsione, rapina, percosse, violenza privata e danneggiamento a Ostuni (Brindisi). Si tratta di Renato Saponaro e Donato Saponaro, di 58 e 30 anni, padre e figlio, titolari di un bar, che – secondo quanto accertato dagli investigatori – avrebbero prestato denaro a tassi usurari e poi perseguitato e picchiato un pensionato che si recava nel loro locale per giocare denaro alle macchinette videopoker.

L’uomo aveva maturato un debito di 13.000 euro proprio perchè finito nel vortice della ludopatia. Per ottenerne la restituzione dei soldi, i due presunti usurai lo avevano inseguito, picchiato, sfregiato al volto, fino al punto da tentare di appropriarsi della sua abitazione di campagna.

Le indagini sono state fatte dai poliziotti del commissariato di Ostuni, coordinati dal pm Giuseppe De Nozza: stamani è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare in carcere disposta dal gip Paola Liaci. Il primo prestito di denaro risale al giugno del 2013, l’ultima aggressione l’8 aprile 2014.

Fonte: La Gazzetta del Mezzogiorno