Rapina al supermercato: carabiniere fa la spesa e scopre un bandito, spara e lo uccide. Preso complice

carabinieri 4Probabilmente i banditi hanno compreso di trovarsi di fronte ad un rappresentante delle forze dell’ordine e avrebbero esploso alcuni colpi d’arma da fuoco

Napoli, 31 maggio 2014 – Tragedia a Qualiano, dove un rapinatore è stato ucciso da un carabiniere. Il bandito, oggi pomeriggio, si è intrufolato con altri tre complici all’interno di un supermercato in via Giuseppe Di Vittorio, dove c’era un carabiniere libero dal servizio, intento a fare la spesa. Il carabiniere è stato costretto a sparare al rapinatore che è morto. Sul posto sono giunti i militari della locale caserma.Probabilmente i banditi hanno compreso di trovarsi di fronte ad un rappresentante delle forze dell’ordine e avrebbero esploso alcuni colpi d’arma da fuoco. Da qui la reazione del carabiniere. Uno dei rapinatori è finito al suolo non lontano dall’uscio dell’esercizio commerciale. Non lontano i militari dell’Arma hanno rinvenuto una pistola ed uno scooter, molto probabilmente, utilizzato dagli stessi rapinatori.

I carabinieri hanno poi rintracciato a Giugliano una persona ferita a colpi d’arma da fuoco. Secondo gli investigatori potrebbe essere uno dei quattro rapinatori che nel pomeriggio hanno preso d’assalto un supermercato di via Di Vittorio a Qualiano dove uno dei malviventi è stato ucciso.

I carabinieri hanno accertato che i quattro hanno fatto irruzione nell’esercizio commerciale dirigendosi subito verso la cassa dove hanno urlato all’addetta di consegnare il denaro. All’interno del negozio c’era un carabiniere libero dal servizio che stava facendo la spesa. Il militare, secondo quanto ricostruito, si è avvicinato alla cassa prima che la cassiera consegnasse i soldi e si è qualificato. Quindi ha intimato ai malviventi di bloccarsi.

Uno dei quattro rapinatori però ha fatto fuoco. Il carabiniere ha quindi estratto la sua arma di ordinanza esplodendo alcuni colpi. Uno dei quattro è finito a terra, un altro è stato ferito ma nonostante ciò è riuscito a dileguarsi con i presunti complici. Ma i carabinieri lo hanno rintracciato a Giugliano, un centro che dista una manciata di chilometri dal luogo della tragedia, ed ora lo stanno ascoltando.
Fonte Il Mattino