Tenta la fuga all’estero portando con sé il figlio piccolo: bloccata a Fiumicino

carabinieri 4La donna, 30 anni, stava per salire su un aereo insieme al piccolo affidato a una struttura protetta e al compagno, quando è stata fermata dai carabinieri allo scalo romano

Forlì, 31 maggio 2014 – I carabinieri di Forlì sono riusciti a fermarla all’aeroporto di Fiumicino poco prima che riuscisse a salire su un aereo diretto a Cuba. Lei è una cubana di 30 anni che, insieme al compagno e al figlio di nove mesi affidato temporaneamente a una struttura protetta, stava per fuggire all’estero. La donna e il compagno sono stati denunciati per sottrazione di minore e mancata esecuzione dolosa del provvedimento del giudice del tribunale per minorenni dell’Emilia-Romagna che aveva rilevato una “situazione pregiudizievole” a causa dello stile di vita condotto nell’ambito domestico.

La trentenne nel pomeriggio di mercoledì scorso, dopo avere appreso dagli assistenti sociali la decisione del giudice, con la scusa di dover dare da mangiare al piccolo, si è resa irreperibile e, aiutata dal compagno, ha portato con sé il bimbo. Le ricerche dei carabinieri, estese a tutta Italia, hanno portato all’aeroporto di Fiumicino. I militari hanno affidato il minore ai servizi sociali per poi essere condotto presso la struttura già individuata dal giudice di Bologna.
Fonte Il Resto del Carlino